Regione Veneto

Museo Archeologico di Santa Maria di Lugo

Il Museo archeologico di Santa Maria di Lugo, voluto dal Comune di Campagna Lupia e realizzato grazie alla collaborazione della Sovrintendenza Archeologica per il Veneto, propone all’interesse del visitatore straordinarie testimonianze del passato di questo territorio. Tra i materiali archeologici tornati alla luce durante gli scavi condotti tra il 1990 ed il 1993 vi è una quantità considerevole di bronzetti votivi, alcune monete, quattro anelli d’oro, frammenti di ceramiche e alcune parti di decorazioni architettoniche in cotto provenienti dal santuario. I bronzetti costituiscono tipiche espressioni della devozione popolare. Privi di ambizioni artistiche, sono statuine alte pochi centimetri realizzate fondendo il bronzo in stampi. Lo schema figurativo è semplice, la maggior parte dei bronzetti riproduce devoti maschili nudi con le braccia aperte e gambe divaricate. Tra i quattro anelli d’oro, probabilmente donati al Santuario per grazia ricevuta, il più pregiato è decorato da un cammeo di pasta vitrea bianca su fondo verde che raffigura un’aquila attaccata da un serpente. Il secondo è caratterizzato invece da un castone di pasta vitrea azzurra con incisa la Dea Roma seduta; il terzo è decorato da una spighetta incisa, mentre il quarto anello reca l’incisione “OSTIS”, d’interpretazione ancora incerta.

 






Orari di apertura

DA MARZO AD OTTOBRE
Apertura ogni Domenica dalle 15.00 alle 18.00 (esclusa domenica di Pasqua)
Per aperture su richiesta anche durante la settimana
Per gruppi di piccola/media/grande entità chiamare 349 3275686
Ingresso gratuito. Offerta libera.

 
L’apertura del Museo di Lugo è possibile grazie al volontariato dell'associazione AUSER Campagna Lupia.
 
torna all'inizio del contenuto